Librerie divisorie, le soluzioni più originali per arredare la tua casa

Librerie divisorie, le soluzioni più originali per arredare la tua casa
da in Arredamento, Arredamento soggiorno, Come arredare, Librerie
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20/04/2016 12:53

    Libreria a giorno bifacciale laccata Crossing di MisuraEmme

    Le librerie divisorie, chiamate anche librerie bifacciali, sono soluzioni originali per arredare la casa. Nate come librerie ma anche per separare gli ambienti, sono perfette per creare un po’ di privacy senza chiudere troppo la visuale o per utilizzare uno spazio per diverse attività. Funzionali da entrambi i lati e generalmente di grande impatto estetico, sono proposte dalle aziende in diverse dimensioni e finiture, per poter rispondere alle esigenze di ogni tipologia di casa.

    Inori di Fiam
    Inori di Fiam

    Inori è una libreria composta da elementi in vetro modulari progettati da Setsu e Shinobu Ito. Modulare e versatile grazie ai montanti liberamente posizionabili tramite sistema di ancoraggio e scorrimento a binario applicato su ogni singolo ripiano. Basi e ripiani sono disponibili anche in ebano laccato lucido, mentre i binari sono in alluminio anodizzato nero.

    Ex libris di Porro
    Ex libris di Porro

    Ex libris è una libreria pensata per riporre una ricca collezione di volumi in una vera e propria vetrina, racchiusa da ante in cristallo con profilo Iron. Frontali, fianchi, schienali e ripiani sono trasparenti, mentre la struttura è in melamminico rovere carbone. Una libreria dal design rétro, che reinterpreta un classico dell’arredo, con le tecnologie contemporanee.

    Efa 3 di Marais International
    Efa3 di Marais International

    Efa 3 è una libreria divisoria in alluminio e vetro, con struttura soffitto-pavimento composta da tubolari e da ripiani in vetro temperato 12 mm. Marais International sviluppa e produce le sue creazioni per una clientela che ama il lusso contemporaneo, e da oltre 40 anni e si è affermata come leader indiscusso nella creazione di complementi d’arredo in Francia e in Europa.

    Sendai Crystal di Horm
    Sendai Crystal di Horm

    Sendai Crystal è la nuova versione in cristallo della celebre libreria-scultura che l’architetto Toyo Ito, vincitore del Premio Pritzker 2013, aveva disegnato per Horm nel 2004. In questa libreria, Toyo Ito, ha racchiuso l’essenza progettuale della mediateca di Sendai in Giappone, da lui progettata.

    Free Port di BD Barcelona Design
    Free Port di BD Barcelona Design

    Free Port è una libreria modulare fatta di elementi contenitori a cubetto con varie funzioni. Un arredo multifunzionale, che permette configurazioni diverse, e può essere impiegato anche come elemento isola. E se si necessita di una versione doppia di dimensioni maggiori, non c’è alcun problema, si costruisce con una semplice sovrapposizione di altri pezzi. Free Port è costituito da moduli in MDF e da gambe in alluminio pressofuso o tubi in acciaio laccato.

    Tetris di Atelier MO.BA.
    Tetris di Atelier MO.BA.

    Tetris è una libreria divisoria progettata da Luca Bazzi. Un sistema di box espositori, composto da elementi semplici ed elementari come cubi e parallelepipedi, che vengono successivamente assemblati in una struttura complessa che cambia rispetto all’ambiente che lo circonda. Da semplice libreria ad elemento scultoreo che può caratterizzare ogni spazio.

    Domino di Esedra by Prospettive
    Domino di Esedra by Prospettive

    Domino è una libreria bifacciale con struttura in lamiera piegata interrotta e scandita da contenitori in legno laccato di varie dimensioni e colori, progettata dallo Studio Batoni.

    Note di Bonaldo
    Note di Bonaldo

    Disegnata da Mario Mazzer, la libreria divisoria Note è visivamente caratterizzata dalla combinazione dell’elemento orizzontale, i ripiani, con l’elemento verticale, i montanti. Ripiani e montanti sono realizzati in legno e seguono precisi abbinamenti cromatici. Note è un pentagramma dove le note sono i libri, che offrono l’immagine di una personale melodia.

    Shanghai di Alivar
    Shanghai di Alivar

    Progettata da Giuseppe Bavuso, la libreria divisoria Shanghai è dotata di una struttura esterna in rovere termo-trattato o tinto nero, e ripiani interni in Cemento Ductal, un prodotto di altissima tecnologia, frutto di anni di ricerca. Impasto di cemento dalle caratteristiche tecniche eccezionali e dalle possibilità illimitate, il Ductal è stato inserito fra i materiali durevoli quindi con una vita garantita di almeno 50 anni.

    Ice di Khaos
    Ice di Khaos

    Ice di Khaos e una libreria modulare bifacciale con struttura in poliuretano rivestita in foglia oro/argento o laccata opaco nei colori RAL. Il singolo modulo, attrezzato con apposite bussole di giunzione, è posizionabile in orizzontale o in verticale per generare svariate composizioni.

    1133

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI