Libreria Kartell: componibile secondo le esigenze

Come un gioco di costruzioni, la libreria componibile Kartell, tra le ultime novità, permette la creazione di scaffalature di forma, a scala o rettangolari (ad asse verticale o orizzontale) e dimensioni illimitate, secondo il gusto e le vostre esigenze

da , il

    Come un gioco di costruzioni, la libreria componibile Kartell, tra le ultime novità, permette la creazione di scaffalature di forma, a scala o rettangolari (ad asse verticale o orizzontale) e dimensioni illimitate, secondo il gusto e le vostre esigenze. Il sistema è composto da singoli elementi, da tre giunti e da quattro pannelli in polcarbonato di dimensioni fra loro modulari con la stessa profondità: una soluzione semplice ma gienale, nella tradizione Kartell.

    L’assemblaggio avviene tramite il semplice incastro a pressione degli elementi, senza l’ausilio di attrezzi e l’impiego di viti o perni metallici.

    La particolare solidità della struttura permette di utilizzare il sistema come parete divisoria autoportante o come torre scaffale anche al centro di una stanza.

    Ideale per la casa e l’ufficio, il sistema è corredato da un cubo contenitore, elemento compositivo proposto in diversi colori: giallo, rosso,azzurro, rosa, verde e blu. Il cubo può essere impiegato anche da solo come contenitore con o senza ruote per riporre oggetti.

    Questa libreria componibile ha l’ unico difetto di assomigliare un po’ troppo a qualche soluzione proposta da Ikea ma il vantaggio è quello della leggerezza del materiale e, probabilmente della resistenza, oltre che di un disegno più esile di quello del marchio svedese.

    Con semplici gesti potrete comporre una pratica libreria adattabile a qualsiasi spazio domestico o lavorativo, risolvendo con semplicità l’esigenza di riporre qualsiasi oggetto o strumento di lavoro.

    Il concept è di Giulio Polvara che con il suo sistema modulare ha arredato anche parecchi negozi.