Letti: come scegliere il materasso

Letti: come scegliere il materasso

Ecco come orientarsi nella scelta del materasso ideale tra le tante proposte presenti sul mercato, coniugando le proprie esigenze con gli ultimi ritrovati tecnologici in fatto di riposi tranquilli

da in Arredamento camera da letto, Arredamento hi-tech, Letti
Ultimo aggiornamento:

    Scegliere i materassi ideali non è semplice, le proposte sul mercato, per dormire sogni tranquilli, sono tantissime, alcune tradizionali, altre innovative, che sfruttano nuovi materiali e tecnologie. Vediamo come orientarci nella scelta del materasso adatto alle nostre esigenze.

    In tema di sonno ognuno ha le proprie esigenze, alle quali le aziende produttrici rispondono con una ricerca in continua evoluzione e con l’obiettivo comune di un corretto riposo.

    In uno studio dell’Università degli Studi di Milano, emerge che l’utilizzo di un materasso sbagliato può influire sulla comparsa di alcuni danni come patologie venose e cellulite, perciò è opportuno utilizzare quelli che, per le caratteristiche costruttive, sottopongono i tessuti alla minore compressione possibile.

    Ovviamente non esiste un prodotto in grado di rispondere universalmente a tutte le esigenze, tuttavia si possono compiere delle scelte appropriate in base al tipo di riposo.

    La maggioranza degli italiani, ad esempio, dorme su un fianco e quindi predilige un materasso semirigido, ma con l’età aumentano le preferenze verso un supporto più rigido.

    L’attenzione dei produttori si è concentrata principalmente sulla suddivisione in diverse zone del materasso per assicurare un sostegno differenziato alle varie parti del corpo, e consentire alla colonna vertebrale e alle articolazioni di riposare in posizione naturale riducendo al minimo la tensione dei muscoli e dei nervi.

    Uno dei sistemi maggiormente utilizzati oggi, prevede la differenziazione in zone, applicata ormai alla gran parte dei materassi in lattice o in poliuretano utilizzando schiume di diversa densità, ma anche a quelli a molle indipendenti, che vengono insacchettate una a una.


    In questo modo sono sollecitate solo le molle sottoposte alla pressione del corpo e questo garantisce migliori prestazioni e una qualità del riposo decisamente superiore.

    Per migliorare le performance del materasso, ci sono anche soluzioni con molle a movimento indipendente in materiale termoplastico, oppure sistemi che si aggiustano automaticamente al peso e alla temperatura corporea, eliminando la pressione sulla colonna vertebrale e sui muscoli e distribuendo equamente il peso del corpo.

    L’ultima novità nel campo dei materiali si chiama Technogel, messo a punto da Bayer Material Science, un sistema che a contatto con la struttura corporea riesce a deformarsi in tutte le direzioni e ripartisce così la pressione in maniera uniforme sull’intera superficie.

    442

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Arredamento camera da lettoArredamento hi-techLetti

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI