Le preview del Fuorisalone di Superstudio Più per il Temporary Museum for New design [FOTO]

da , il

    Il Temporary Museum for New Design, la mostra del Fuorisalone progettata per ospitare in maniera tagliente i progetti di grandi marchi ma anche da up-and-coming talents torna per il quarto anno in via Tortona 27 al Superstudio Più, ampliata per l’occasione con lo spazio Superstudio 13. Il progetto, a cura di Gisella Borioli con la direzione creativa di Giulio Cappellini, mostrerà una serie di 30 mostre con presentazioni spesso approvate da stelle deldesign come Italo Rota per Samsung, Giulio Cappellini per Alcantara, Carlo Colombo per Cristalplant, i fratelli Fernando e Humberto Campana per Cosentino, Oki Sato per Nendo.

    Questi i numeri della manifestazione: 40 marchi, 100 nuovi designer da scoprire su una superficie di 13.000 metri quadrati con due ristoranti e una libreria, partnership con 30 giornali internazionali, oltre 100.000 visitatori attesi e 3.000 giornalisti, con un numero crescente di professionisti provenienti dal Medio Oriente e paesi asiatici.

    Quest’anno l’evento introduce un tema originale: raccontare una storia, un progetto servendosi di parole o aforismi, scritti lungo il percorso Temporary Museum servendosi anche di un istallazione grafica by Flavio Lucchini con osservazioni da parte di famosi architetti e intellettuali, al fine di riflettere e cercare di capire cos muove il design.

    Lo spazio Science-fiction

    In Science-fiction i visitatori saranno introdotti in futuro tecnologico, nelle case del domani. Ci saranno due installazioni by Toshiki Kiriyama che evocano una foresta mistica nella grande sala dedicata a Canon: uno spazio morbido e sorprendente in cui è possibile prendere una pausa ammirando la video installazione dal video-artista Yuri Ancarani per Alcantara. Poi, un labirinto di immagini, luci e suoni by Vicente Garcia Jimenez racconterà le fonti di ispirazione di Foscarini.

    Le iniziative di Cristalplant, Poliform e Kusch+Co

    Ologrammi, luci e ombre saranno i protagonistidell’istallazione “White Air” di Carlo Colombo per Cristalplant e Poliform, illustrando i risultati di un concorso per progettisti nati dopo il 1972, mentre, ispirandosi agli spazi tipici di aeroporti e grandi spazi pubblici, Kusch + Co presenterà una spettacolare installazione che coinvolgerà tutti i sensi.

    Diesel, Foscarini, Moroso e Scavolini

    Nella casa Diesel, progettata in collaborazione con Foscarini (ormai un abitudine per il Fuorisalone delle istallazioni luminose), Moroso e Scavolini si potrà sperimentare il progetto di “Cucina Sociale“, perfetto “salone delle feste” del vostro spazio abitativo.

    Con Samsung e Italo Rota si accederà al futuro in un ambiente da scoprire attraverso la così detta realtà aumentata utilizzando il prodotto Galaxy, che svelerà la possibilità di una vita più intelligente in casa intelligente.

    Il nuovo spazio Superstudio 13

    Superstudio 13, in via Forcella 13, ospiterà l’estensione del Temporary Museum for New Design: all’interno degli studios fotografici storici, Leucos festeggierà il suo 50 ° anniversario nel Settore luce con l’ installatione artistica fatta di stalattiti di vetro rosso, stupirà con le opere di G.Toso, Javier Mariscal e Danilo De Rossi, e continuerà con la mostra sulla vita urbana dello studio olandese HOWE, con le sculture che sono biocamini progettati da Christoph Pillet e Charles Kalpakian per l’azienda polacca Planika, tavoli e sedie in lamiera riciclato e pressato Dal Brasiliano Laco / ALE Jordão e la Nuova Collezione Dal HIKO italiana.

    Più letti