Le panchine più strane e assurde del mondo dove concedersi attimi di relax

Le panchine più strane e assurde del mondo dove concedersi attimi di relax

Dai un'occhiata alle panchine più strane del mondo, simbolo di ogni città, oggetto del desiderio del visitatore affaticato.

da in Concept Design, Focus on Design, Lifestyle
Ultimo aggiornamento:

    Dai un’occhiata alle panchine più strane e assurde del mondo, simbolo di estrosità e punto chiave del tessuto urbano, restano comunque l’ideale per concedersi attimi di relax. Fruibili facilmente dagli affaticati turisti in visita, si prestano veramente a infiniti giochi della fantasia, non c’è materiale che non possa essere utilizzato, nella più ampia palette cromatica. Ogni città ha ormai la sua panchina, che la caratterizza e la fa ricordare. Scopriamo allora le panchine più strane e assurde del mondo.

    Sullo sfondo grigio di una metropoli del nord esplode in tutta la sua vivacità una delle panchine più strane del mondo. La seduta ricorda le sedie a dondolo fluo, ove concedersi piacevoli momenti di relax ammirando la città. Dello stesso genere la panchina che ricorda le piste da skateboard: starà a te decidere in quale posizione starai più comodo.

    I bambini ameranno particolarmente una delle panchine più strane e assurde del mondo composta da stecchi gelato in formato gigante: naturalmente non manca il tocco di colore a vivacizzare il momento di golosa pausa.

    La panchina a forma di libro aperto sarà la prediletta degli accaniti lettori in cerca d’ispirazione. Un mosaico di immagini colorate favoriranno la meditazione trasportando la mente in luoghi lontani. Da provare in un pomeriggio autunnale!

    Il legno si presta quantomai alla creazione delle panchine più strane del mondo: versatile, plasmabile, ideale per stare all’aperto, è un materiale dalle infinite possibilità, come dimostrano le numerose panchine in giro per il mondo.

    Tronchi di legno con immagini di animali, doghe che si allungano all’infinito, radici intrecciate che si innalzano al cielo, ci parlano dell’abilità umana e della sua manualità.

    In linea con la nuova filosofia green, le panchine si adornano di piante verdi di specie diverse, diventando delle piccole oasi relax ove concedersi una meritata pausa durante la giornata.

    Sempre in quest’ottica non potevano mancare le idee con il riciclo creativo. Quanti materiali inutilizzati si trovano ovunque nelle città: qualcuno ne ha colto il potenziale trasfromandoli in qualcosa di utile e bello da vedere. Ecco allora schienali realizzati con vecchie sedie, recuperi di vecchie auto rivestire le sedute, vecchie ruote di carro trasformarsi in piccoli giardini per riposare all’ombra.

    396

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Concept DesignFocus on DesignLifestyle
    PIÙ POPOLARI