Le biblioteche più affascinanti del mondo

Un viaggio alla scoperta delle biblioteche più belle ed interessanti: storiche, monumentali, originali o modernissime, un giro del mondo fra alcuni capolavori da vedere.

da , il

    Antiche o moderne, oggi facciamo un viaggio fra le biblioteche più affascinanti del mondo, tutte diverse fra loro ma tutte molto interessanti. Fra collezioni di testi, alcuni dei quali antichissimi, in ognuna di queste biblioteche ci si può entrare per godere della loro spettacolarità. Cominciamo un viaggio alla scoperta di luoghi bellissimi che vanno conosciuti, immersi fra il profumo caratteristico della carta.

    El Ateneo Grand Splendid di Buenos Aires

    El Ateneo Grand Splendid è la biblioteca più grande del Sud America ed è sorta nel 2000 in un edificio che prima ospitava un teatro poi trasformato in cinema. Grazie al sapiente lavoro di restauro ha conservato la sua affascinante atmosfera originale, dove palco, balconate e platea diventano le aree che raccolgono più di 120.000 titoli.

    Biblioteca del Tempio Haeinsa nella Corea del Sud

    Uno dei patrimoni dell’umanità UNESCO, l’antico Tempio Haeinsa ospita un’affascinante biblioteca contenente le famose 80.000 tavolette in legno delle scritture buddiste Tripitaka Koreana. Le strutture in legno delle librerie sono riuscite a conservare l’intera collezione nell’arco dei millenni, permettendo di far arrivare ai giorni nostri le testimonianze della cultura buddista.

    Biblioteca dell’Università di Tecnologia di Brandeburgo a Cottbus

    Conosciuta anche come IKMZ (Informations, Kommunikations und MedienZentrum), la biblioteca dell’Università di Tecnologia di Brandeburgo è una delle biblioteche più belle del mondo grazie al sapiente lavoro degli architetti Herzog & de Meuron che hanno realizzato un edificio originale a forma di ameba con una grande scala a chiocciola di sei metri di diametro che collega tutti i piani.

    Biblioteca dell’Abbazia di Admont

    L’imponente abbazia barocca di Admont ospita la Stiftsbibliotehek, la più grande biblioteca monastica del mondo. Qui le 200.000 opere sono raccolte in uno spazio affascinante dove si può godere della bellezza dei soffitti a cupola decorati con gli affreschi settecenteschi di Bartolomeo Altomonte e delle sculture lignee di Josef Stammel.

    Biblioteca George Peabody a Baltimora

    La biblioteca George Peabody è una biblioteca pubblica e universitaria (Johns Hopkins University) progettata dall’architetto Edmund Lind. Descritta come la “cattedrale dei libri”, raccoglie più di 300mila libri disposti su 5 piani che si affacciano sulla navata principale illuminata da un lucernario neoclassico e decorata con colonne scanalate e pavimento in marmo bicolore, con balconate aperte.

    Biblioteca della Facoltà di Economia di Vienna

    La biblioteca della Facoltà di Economia di Vienna è stata disegnata dalla celebre Zaha Hadid, l’architetto anglo iracheno premiato con il Pritzker Prize scomparso nel 2016. Caratterizzato da un’architettura futurista, il Library & Learning Center si erge fiero nel centro del campus universitario.

    Biblioteca civica di Stoccarda

    La biblioteca civica di Stoccarda, la Stadtbibliothek Stuttgart, è stata inaugurata nel 2011, e nella sua moderna struttura ospita più di mezzo milione di volumi. Progettata dall’architetto Eun Young Yi, è un edificio di 11 piani di forma cubica che si caratterizza dalla profusione del bianco e dalla luminosità.

    Biblioteca Nazionale Austriaca a Vienna

    La Biblioteca Nazionale Austriaca è la biblioteca più grande dell’Austria, ed è ospitata all’interno dell’Hofburg, un monumentale palazzo barocco, residenza invernale degli Asburgo. Sono oltre 7 milioni i libri ospitati al suo interno e 250mila fra i più antichi sono ubicati nella Prunksaal, la Sala Magnifica, dove si può respirare la spettacolare atmosfera delle epoche antiche e delle sue preziosità.

    Biblioteca del Trinity College di Dublino

    La più grande biblioteca irlandese si trova all’interno del Trinity College di Dublino è stata costruita fra il 1712 e il 1732 e vanta una sala lunga 65 metri. Sono circa 5 milioni i volumi contenuti al suo interno, fra cui collezioni di antichi manoscritti, e in una sua sala, la Long Room, è adornata da 14 busti ad opera dello scultore fiammingo Pieter Scheemakers.

    Real Gabinete Português de Leitura di Rio

    La biblioteca di Rio de Janeiro è un affascinante esempio di architettura neogotica dove sono conservati più di 350 mila libri, alcuni dei quali antichissimi. Inaugurata nel 1837, ha il fascino di un edificio sacro grazie alle colorate vetrate, i grandi lampadari e il monumento imponente che si erge al suo interno.