La storia del logo Peugeot: l’evoluzione di un’azienda

Il logo Peugeot, sin dagli esordi, ha subito vari e repentini cambi grafici e stilistici ma il leone, icona dell'azienda francese, è sempre stato il grande protagonista.

da , il

    Peugeot Design Lab, dagli utensili all'auto motive: l'intervista a Guillame Couzy

    La storia del logo Peugeot, dalla fondazione ad oggi, è ricca di cambi di stile e di grafica. Nonostante alcune modifiche, però, l’azienda francese è da sempre riconosciuta nel leone, l’animale scelto per rappresentarla. Il primo disegno del marchio è stato realizzato nel 1847 ma depositato solamente nel 1858. All’epoca, però, Peugeot non è riconosciuta come casa automobilistica bensì come azienda che ha realizzato seghe a nastro, stecche per ombrelli e macinapepe. Le sue biciclette, amate e apprezzate dai più, hanno portato il brand ha evolversi fino a lanciarsi nel settore delle quattro ruote.

    Il primo logo Peugeot ha, dunque, già il suo leone. La simbologia rievoca le tre qualità delle seghe e prodotti del marchio: velocità di taglio, durezza dei denti e flessibilità della lama. Nel 1850 è stata aggiunta la scritta Fratelli Peugeot mentre solo ne ’58 il marchio è depositato legalmente. Solo nel 1889 è presentato sul mercato il primo veicolo dell’azienda francese, un triciclo. Per le prime automobili l’azienda, in particolare Armand Peugeot ha preferito utilizzare, al posto delle leone, le parole “Automobiles Peugeot” sui radiatori delle vetture, ma tra il 1905 e il 1915 finalmente la casa punta sul logo, optando per il profilo dell’animale.

    Con il lancio di alcune moto e biciclette, vediamo anche la scritta “Automobiles et Cycles Peugeot”. È il 1910 e accanto a queste parole troviamo anche due leoni ornamentali. Il primo logotipo di stampo moderno risale al 1948 quando sul mercato il marchio lancia il modello 203; il logo questa volta appare sullo stemma araldico della regione Franche-Comté, luogo di nascita del business Peugeot.

    La testa del leone, posta all’interno di un triangolo, è l’immagine scelta nel 1964, quando la società cambia il suo status giuridico in Peugeot SA. Tre anni dopo la forma passa da un triangolo a un quadrato. Più tardi, nel 1976, dopo la formazione della società per azioni PSA Peugeot-Citroen, la casa automobilistica punta tutto sul leone araldico, il quale è stato ridisegnato e assottigliato, per avere una silhouette più elegante e raffinata, tanto da essere definito “Leon fil”.

    Arriviamo al 1998, quando il logo Peugeot muta ancora e il leone è posizionato all’interno di un quadrato blu. Nel 2002 l’azienda ha creato la Blue Brand, sebbene non ci siano state grandi modifiche di stile, avvenute invece nel 2010, quando il marchio, che ha celebrato i suoi primi 100 anni di storia, ha voluto un logo più moderno e attuale.