Kartell, grandi firme per sedute e arredi del nuovo design griffato

Kartell, grandi firme per sedute e arredi del nuovo design griffato

Kartell presenta le novità delle sue collezioni con oggetti e arredi firmati dai grandi del design: tavoli, sedie, vasi e luci che interpretano la ricerca continua del lusso nel design, tra ricerca e tecnologia

da in Kartell, Salone Del Mobile e Fuorisalone 2016, Sedie di Design, Sedie Kartell
Ultimo aggiornamento:

    Le nuove collezioni Kartell presentate al Salone del Mobile sono un vero viaggio all’interno delle icone del brand che si affida a grandi firme per oggetti e arredi di design griffato. In una scenografia che rievoca la galleria Vittorio Emanuele, la più icona della città meneghina, sfilano le varie boutique in cui ammirare e scoprire le novità in una ricerca continua che pone l’innovazione e la qualità dei materiali e delle tecnologie al centro. Il design diventa “di lusso” in un turbine di forme e colori interpretate da Philippe Starck, Patricia Urquiola, Christophe Pillet, Pietro Lissoni, Tokuni Yoshioka, Eugeni Quillet, Nendo e Rodolfo Dordoni.

    Starck declina il mondo della famiglia prendendo spunto dal suo nucleo familiare con la linea “Aunts and Uncles”, zie e zii che diventano sedie, poltrone, tavoli, divani e sedute. Il designer è andato con la memoria alle poltrone e ai divani su cui i suoi parenti si sedevano per godersi un momento di relax, che fosse fumare la pipa, leggere un libro o lavorare a maglia, e ne ha dato una versione “minimalista e tecnologica”.

    Linee sobrie ed essenziali di grande rigore stilistico che si rincorrono in un gioco di memorie tra passato e futuro: con il divano in policarbonato trasparente Uncle Jack e la poltrona Uncle Jim si è poi spinta al massimo la tecnologia ad iniezione del policarbonato trasparente in un unico stampo. Infine, dopo il successo della seduta Masters, tra i pezzi icona di Kartell, Starck ripropone il Master Stool, perfetta per gli interni e per l’outdoor. La stessa tecnologia è stata usata anche per la sedia Arak Chair che, come indica il nome, prende spunto dal mondo dei ragni e che è versatile per sua stessa natura, come ha spiegato lo stesso designer, da usare a casa e in ufficio.

    Patricia Urquiola dispiega tutta la sua creatività e passione con una linea di poltroncine Clap Armchair che si adattano agli interni e a un uso contract, da abbinare alle versioni definitive del divano e della poltrona Foliage con tessuti in panno e trevira melange, oltre alla versione a dondolo della Comback Chair.

    Le sedute firmate da Lissoni si caratterizzano per semplicità, geometria e rigore per una combinazione di vari colori, dal total white al blu, passando per il giallo e il nero.

    Christophe Pillet, nuova firma di Kartell, ha realizzato una linea di vasi e centrotavola dal nome Shibuya, dedicata all’iconico quartiere di Tokyo: realizzati in PMMA, i due modelli sono caratterizzati dal coperchio forato grazie al quale possono trasformarsi da vasi in ciotole o centrotavola. Le tre fasce di colore danno la possibilità di creare tre abbinamenti cromatici da abbinare a seconda dell’ispirazione. Linee e novità di Kartell per un design griffato.

    487

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN KartellSalone Del Mobile e Fuorisalone 2016Sedie di DesignSedie Kartell
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI