Horm: libreria Sendai di Toyo Ito

Toyo Ito ha disegnato la libreria Sendai per Horm, un progetto ispirato a quello realizzato dall’architetto per la Mediateca di Sendai

da , il

    Se amate l’architettura di Toyo Ito, la libreria Sendai Horm saprà sicuramente conquistarvi. Ispirata al progetto dell’architetto per la realizzazione della Mediateca di Sendai, questa libreria di Horm ne racchiude interamente l’essenza.

    L’architettura orientale prevalentemente si pone come un ponte, un collegamento tra naturale ed artificiale, è una forma di progettazione basata sull’interazione con l’ambiente, sull’utilizzo di materiali ecologici e su forme organiche.

    Manipolazione, flessibilità e movimento sono le tre parole chiave che riassumono tutto il potere emozionale di Toyo Ito, riproposto per la prima volta nella nuova versione della libreria Sendai.

    Questo elemento d’arredo, o forse dovremmo definirlo come una scultura-libreria, è costituito da sei ripiani in acciaio inox e vetro stampato, forato, sabbiato, verniciato e temperato, connessi attraverso legni in massello di noce canaletto e alder torniti e verniciati ad olio.

    Pensate che i sessanta torniti da cui è costituita questa libreria, sono tutti completamente diversi uno dall’altro, per inclinazione e disegno e di questo modello sono disponibili solo 25 esemplari in tutto il mondo numerati e firmati da Toyo Ito.

    Sicuramente un complemento d’arredo che racchiude una filosofia orientale vera e propria di interazione con l’ambiente.

    Un oggetto dal design silenzioso ed accattivante, pronto a mimetizzarsi nella natura, come dei giunchi o delle canne al vento.

    Foto:

    www.kitchens.it

    www.archiexpo.com

    designorganico.blogspot.com