Hermès apre il suo primo show room Maison in Italia

Hermès apre il suo primo show room Maison in Italia

Nuova apertura per Hermès a Milano

da in Arredamento, Complementi d'arredo, Hermes, Interior Design, Mobili in legno
Ultimo aggiornamento:

    E’ in Via Pisoni 2 il primo show room Hermès Maison in Italia. Uno spazio di 150 mq, situato all’angolo con Via Manzoni e le cui vetrine danno sulla strada ma ben protette da una greca in acciaio che stimolano l’occhio con un vedo-non-vedo a voler entrare e scoprire una serie di mobili dai colori e rifiniture Hemès, lussuosamente assemblati ma con quel gusto raffinato che si addice ad una scelta di materiali nobili ben trattati; la pietra beige utilizzata per il pavimento ed il parquet in bamboo che riveste le scale e gli ambienti del piano rialzato. Ed un segno distintivo, il sottile “Fil Orange” luminoso che scorre lungo il pavimento del corridoio per risalire sulla parete di fondo sino al soffitto. Il progetto è stato affidato ed è firmato da RDAI; studio di architettura parigino, lo stesso che è responsabile del concept delle boutique di Hermès nel mondo.

    Protagonista assoluto di questo spazio è l’universo Maison di Hermès, che ha debuttato a Milano durante il Fuori Salone 2011. Arredi della collezione Métiers, disegnati da Enzo Mari e quelli disegnati da Antonio Citterio si affiancano a quelli delle riedizioni di Jean Michel Frank, concepite negli anni Trenta e rimaste senza tempo nello stile e nelle linee ever green.

    Come si addice ad una firma come Hermès, si denota una grande attenzione e accuratezza nella lavorazione dei materiali e non mancano le ormai famosissime ed instancabili cuciture “Sellier”, il punto sellaio caratteristico della Maison, e nelle finiture come l’asticage, tecnica utilizzata dagli artigiani degli atelier del cuoio per rinforzare i bordi delle borse.

    Come sempre non vi è ostentazione ma armonia fra i mobili d’uso “classico” come il divano da conversazione, la méridienne da relax e la poltrona da lettura di Antonio Citterio.

    Quercia grigia, noce canaletto, pelle sono i materiali sempre affini per sensualità. Vi è un angolo studio dove lo scrittorio e la sedia di Enzo Mari sono rivestiti in taurillon e indossano forme lineari. L’oggetto emblema della collezione è la sedia Sellier di Denis Montel e Eric Benqué, interamente rivestita in pelle o in “Toile H” ed incarna l’abilità del maestro sellaio.

    Il tavolo di Enzo Mari è sovrastato da un piano in marmo Emperador e le gambe rivestite in cuoio domina.

    Non potevano mancare i tessuti d’arredo, il papier-peint e i tappeti con cui Hermès completa la sua proposta per la casa.

    E come un grande affresco che ricopre tutta una parete, la carta da parati Pele-mele è disegnata da Philippe Dumas, rievocando con umorismo giocoso la storia equestre della maison, mentre il disegno Herringbone di Nigel Peake, interpreta in versione contemporanea il classico spigato.

    Un ultimo ambiente conclude la visita, accogliendo creazioni intramontabili come i tavolini in intarsio di paglia di Jean-Michel Frank o le sedute pieghevoli della collezione Pippa disegnate da Rena Dumas. Sullo sfondo un’intera collezione è dedicata anche all’art de la table; servizi di porcellana i cui decori raccontano le citazioni Hermès. Insomma per gli appassionati Hermès non mancheranno i riferimenti ad un immaginario di viaggi e culture di paesi lontani.

    592

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArredamentoComplementi d'arredoHermesInterior DesignMobili in legno
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI