Fabio Novembre al Plart di Napoli

Il Museo Plart di Napoli organizza per sabato 3 ottobre 2009, Plartonvideo una rassegna di video dedicati ad artisti e designer internazionali

da , il

    Sabato 3 ottobre 2009, Fabio Novembre sarà ospite al Plart di Napoli, museo dedicato al design, che nel corso dell’evento Plartonvideo, presenterà la carriera e la storia del designer attraverso alcuni video inediti.

    Il museo Plart di Napoli aderisce alla Giornata del Contemporaneo, un grande evento promosso dall’Associazione AMACI dedicato all’arte del nostro tempo.

    Dalle ore 11.00 alle 19.00 del 3 ottobre, inoltre, il centro di ricerca museale inaugura Plartonvideo, una rassegna di video curata da Marco Petroni interamente dedicati ai più grandi talenti del panorama del design nazionale e internazionale.

    Primo ad essere interpretato attraverso i video del Partonvideo sarà Fabio Novembre, salentino d’origine e milanese d’adozione, designer e architetto, figura emergente, o meglio emersa, del panorama italiano.

    La storia “artistica” di Fabio Novembre sarà ripercorsa attraverso le sue opere, il suo pensiero e le sue attività, che in pochi anni lo hanno portato a promuoversi a tal punto da divenire quella che si può chiamare un’archistar.

    Spesso anche professioni come quelle del designer o dell’architetto finiscono con l’essere inglobate dallo star system e dal mondo luccicante della bella vita se accompagnate da una buona dose di egocentrismo, ma infondo, anche questo fa parte del gioco.

    Saranno dedicati alla figura di Novembre i video inediti “Insegna anche a me la libertà delle rondini” e “Il fiore di Novembre” realizzati da Michele Bonechi e Marco De Giorgi in occasione delle mostre tenutesi nel 2008 alla Rotonda della Besana durante il Salone del Mobile e nel 2009 alla Triennale di Milano.

    Intanto il Plart sarà visitabile gratuitamente, e nel famoso museo si potrà ammirare una vasta selezione di plastiche storiche tra oggetti di design anonimo e d’uso quotidiano, opere di designer e artisti contemporanei, frutto della trentennale attività collezionistica di Maria Pia Incutti, proprietaria degli oggetti in esposizione.

    Foto:

    www.patamagazine.com

    www.freshcut.it