Expo 2015: i 7 padiglioni da visitare assolutamente

Expo 2015: i 7 padiglioni da visitare assolutamente
da in Architettura, Concept Design, Expo 2015, Mostre Design
Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 11:10

    Padiglioni Expo 2015L’Expo 2015 sta per aprire le sue porte al grande pubblico ma quali sono i 7 padiglioni da visitare assolutamente? Se avete preso i biglietti per questo grande evento fieristico o se state ancora aspettando di farlo per trovare qualche buona ragione, forse è proprio giunto il momento di capire cosa aspettarsi e per farlo è necessario avere un quadro chiaro di quel che ci aspetta. I padiglioni dell’Expo sono i punti fondamentali dell’intera manifestazione. Vediamo insieme quali sono quelli che bisogna visitare assolutamente.
    Padiglione Italia

    1 Palazzo Italia

    All’Expo 2015 il primo che non dovete assolutamente farvi scappare è il Padiglione Italia, frutto del progetto di Nemesi&Partners. Si tratta di un’opera che unisce la progettualità tecnologica con quella sperimentale e sostenibile. Questo spazio prevede il Palazzo Italia, posto a nord dell’intera fiera. È ispirato alla foresta urbana e ha un involucro esterno che ricorda dei rami che si abbracciano tra loro.

    Padiglione Monaco

    C

    Si tratta di un padiglione dell’Expo 2015 progettato da un architetto italiano: Enrico Pollini. La struttura accoglierà persone da diversi punti di accesso riflettendo sui vari punti focali che coincidono sul campo dell’ecologia. Il tetto è in legno e c’è un composto in sfagno che consente la coltivazione di colture mediterranee. Il design interno è stato curato dall’agenzia Facts and Fiction, e avrà il ruolo di far confluire i visitatori in un tour libero.

    Padiglione Francia

    3 padiglione francia

    Realizzato dallo studio parigino XTU Architectes, questo padiglione è ispirato al mercato coperto, simbolo della cultura alimentare francese, elemento chiave per rappresentare al meglio il tema dell’Expo 2015.

    Padiglione Regno Unito

    4 padiglione regno unito

    La struttura è ispirata a quella di un alveare, elemento importante del nostro ecosistema. Il design appartiene a Wolfgang Buttress, il quale è riuscito a fondere nella sua creazione requisiti ecologici, scientifici e elementi di ingegneria agraria.

    Padiglione Svizzera

    5 padiglione svizzera

    La Svizzera è stato uno dei primi Paesi ad aderire all’Esposizione Universale di Milano e tra i primi a completare la sua struttura. Questa presenterà una piattaforma con 4 torri riempite di prodotti alimentari, alle quali i visitatori potranno avere accesso attraversi degli ascensori. Questi potranno arrivare sulle torri e prendere dei prodotti. Man mano queste si svuoteranno e il padiglione sarà in continua evoluzione, la quale potrà essere seguita sui social.

    Padiglione Russia

    6 padiglione russia

    Un’area di 4mila metri quadri è riservata per il grande padiglione russo. Il suo design trae origine dalle scorse Esposizioni Universali. Il tutto è stato curato dallo studio Speech, capitanato dagli architetti Sergei Choban, Marina Kuznetskaya e Alexei Ilin.

    Padiglione Cina

    7 padiglione cina

    Il tema cinese è la gratitudine e il rispetto per la terra che è nutrimento e che consente la vita dell’essere umano. Il padiglione Cina all’Expo 2015 di Milano ha lo scopo di ricordare la filosofia che ‘l’uomo è parte integrante della natura’.

    700

    PIÙ POPOLARI