Eventi Artek: dress the chair per la poltrona 400 di Alvar Aalto

E' partita da Milano, la campagna Artek Dress the chair, Vesti la sedia, che celebra la qualità dei prodotti di Artek, nel settantacinquesimo anno di attività

da , il

    E’ partito da Milano, l’ evento Dress the chair, Vesti la sedia, che celebra la qualità dei prodotti di Artek, nel settantacinquesimo anno di attività. L’obiettivo della campagna è quello di evidenziare la qualità e l’artigianalità dei prodotti di Artek che invitato progettisti e artisti di fama internazionale a rivestire l’iconica Poltrona 400 progettata da Alvar Aalto, affettuosamente soprannominata ‘The Tank’, la poltrona commissionata dalla Triennale di Milano nel 1936.

    La campagna andrà in tour a New York, Sydney, Tokyo e Helsinki dove in tutte le versioni saranno riunite per una mostra finale.

    La poltrona 400 è stata vestita a Milano dal tessuto Kew di Missoni, poi a New York la reinterpretazione è avvenuta grazie a Maharam, il produttore di tessuto di Philadelphia, che ha utilizzato una tappezzeria zebrata molto apprezzata.

    La tappa più recente della campagna è stata a Sydney in Australia dove la famosa poltrona è passata sotto le mani di Anibou, l’high-end australiano showroom di mobili di design e partner di Artek da ventun anni, ha creato una versione eel skin della sedia carro armato e dello sgabello 60. Anibou ha anche coordinato la campagna Melbourne oltre che a Sidney, e ha organizzato una mostra per la stampa australiana con un vero e proprio Workshop a Melbourne.

    Altri pezzi sono stati avvolti da una mano in panno di lana di colore nero o marrone che è stato creato appositamente per questa applicazione. Un’altra versione presenta una tela classica di lino ricamato con motivi tirolesi da Sabine Steimair. L’ultima invece è una composizione neutra di merino Maharam di feltro e crine insieme.