Elle Decor Grand Hotel: il progetto di Citterio e Viel a Palazzo Morando

Citterio e Viel firmano il progetto-allestimento The Open House del nuovo Elle Decor Grand Hotel a Palazzo Morando. Il progetto indagherà sulle nuove possibilità di utilizzare gli spazi pubblici, per esperienze differenziate e sempre aggiornate.

da , il

    Elle Decor Grand Hotel: il progetto di Citterio e Viel a Palazzo Morando

    Elle Decor Grand Hotel torna a Palazzo Morando con il progetto di Citterio e Viel. Si chiama “The Open House” l’allestimento firmato Antonio Citterio Patricia Viel, ed è il nuovo progetto del celebre studio di architettura, che va ad indagare sulle nuove possibilità di utilizzo degli spazi pubblici. L’appuntamento all’Elle Decor Grand Hotel è uno degli eventi imperdibili di ottobre 2017 in Italia. Scopriamo allora di che cosa si tratta.

    Elle Decor Grand Hotel torna a Palazzo Morando, in occasione del progetto dello studio di architettura Antonio Cittero Patricia Viel.

    L’allestimento, dal titolo “The Open House“, rimarrà aperto per sole due settimane ma garantirà ai visitatori un’esperienza unica nel suo genere.

    Il progetto rivede con un’ottica del tutto nuova il concetto stesso di hotel, un luogo, oggi, in grado di offrire esperienze diversificate e sempre aggiornate.

    Patricia Viel spiega: “Abbiamo voluto concentrarci proprio sulla dimensione pubblica che può avere un luogo per l’ospitalità a Milano perché ci occupiamo di hôtellerie a livello internazionale e vediamo un’evoluzione molto interessante del ruolo degli hotel, per la fruizione del luogo dove sorgono”.

    E continua: “L’occasione di progettare questo allestimento all’interno di un palazzo storico ci è sembrata molto appropriata per creare un’atmosfera un po’ sperimentale di quella che sarà la tendenza futura di questi spazi, non solo legati a ottime pratiche dell’ospitalità alberghiera, ma capaci di offrire esperienze molto diverse, continuamente aggiornate e stimolanti. Parliamo di progetti che integrino a zone di lounge e spazi di pernottamento un ristorante affascinante, un bar attrattivo, il contesto di un palazzo antico che dia veramente la sensazione dell’identità della città in cui ci si trova, dove si innestano elementi di retail che escono da questa sequenza tradizionale.

    Come il trovare un Concept Store con una selezione di oggetti, libri o fiori che cambia continuamente dando il senso del gusto del momento. Nella stessa direzione va la presenza di art design come il Liquid Marble di Mathieu Lehanneur e le opere di Alessandro Diaz de Santillana nella Spa o il tavolo di Claude Missir nel ristorante The Chef’s Table, per introdurre esperienze visive, di gusto e di cultura che non sono strettamente legate a quella alberghiera”.

    L’hotel ospita anche il Flower Market, uno spazio dove acquistare piante, fiori e bouquet, per offrire agli ospiti esperienze diversificate e continuamente aggiornate.