Ecodesign: oggetti per promuovere una bellezza sostenibile

Regenesi, azienda nata nel maggio 2008 dall'intuizione e dalla passione di Maria Silvia Pazzi, produce e commercializza oggetti di design innovativi, di elevato standing qualitativo, realizzati con materiali di riciclo post-consumo

da , il

    Regenesi, azienda nata nel maggio 2008 dall’intuizione e dalla passione di Maria Silvia Pazzi, produce e commercializza oggetti di design innovativi, di elevato standing qualitativo, realizzati con materiali di riciclo post-consumo. L’idea è quella di promuovere una “bellezza sostenibile”, rappresentando così un vero e proprio stile di vita. Si tratta di un contenitore di prodotti di differenti tipologie, che spazia dagli oggetti per la casa sino agli accessori moda. Alluminio, vetro, plastica, pelle, cartonetrattati con processi di lavorazione innovativi che garantiscono identici standard di qualità rispetto alle materie prime vergini – diventano così oggetti e accessori del desiderio.

    Trasformiamo rifiuti in bellezza perché non c’è antitesi fra funzionalità, eco – compatibilità e bellezza. Pensiamo che dalla società dei consumi e dallo spreco possa nascere qualcosa di bello ed utile.”

    Uno dei progetti di Rigenaera è il Paper Basket, un cestino gettacarte che grazie al fondo estraibile ed all’apertura laterale, può essere facilmente riposto in poco spazio. Questo, come il diffusore della lampada o-Re-gami è realizzato con pelle rigenerata, costituita da scarti di vera pelle provenienti da concia vegetale, lattice e di caucciù.

    Interpretando materiali di riciclo con creatività e sensibilità diverse, Regenesi ha dato vita ad un ecodesign etico e tattile, capace di emozionare e liberare nuove energie.

    Regenesi da anche spazio a giovani emergenti, sia con progetti realizzati con le scuole di design più prestigiose in Italia, sia con la community internazionale che si svilupperà nel sito web istituzionale.