Comprare casa nuova o da ristrutturare? Pro e contro di una scelta

Scegliere di comprare una casa nuova o da ristrutturare può rivelarsi un arduo dilemma da risolvere. Tuttavia, esistono dei pro e dei contro per ciascuna delle due scelte, Cerchiamo di capirli meglio insieme.

da , il

    Comprare casa nuova o da ristrutturare? Cerchiamo di capire insieme i pro e contro di una scelta. Innanzitutto la prima cosa da sapere è che, se avete deciso di ristrutturare una casa, piuttosto che costruirne una nuova, ciò non implicherà un minor dispendio di denaro. O meglio, il costo dipenderà dal tipo di interventi che dovrete affrontare. In secondo luogo, per avere un’idea ben chiara della casa da acquistare, non dimenticate di prendere in considerazione, oltre al prezzo, la qualità dell’abitare, le garanzie e l’estetica. Ecco allora alcuni consigli per capire la scelta più adatta a voi.

    Uno dei pregi di un acquisto di una casa nuova è senza dubbio il tempo. I tipi più ansiosi, che non hanno pazienza di aspettare, si troveranno molto meglio nell’acquisto di una nuova casa. Bisognerà solo entrare, visionare gli ambienti, i materiali con cui è stata arredata e costruita e decidere se è la soluzione più giusta.

    Un’altra opzione, potrebbe essere l’acquisto di una nuova casa che non è ancora stata finita. Questo comporterà un prezzo d’acquisto leggermente inferiore, che vi permetterà di gestire in altro modo le spese, scegliendo, ad esempio, i materiali di costruzione piuttosto che alcune modifiche agli ambienti interni della casa.

    Un buon motivo per comprare una casa nuova sta nel fatto che le nuove abitazioni sono più efficienti energeticamente, più tecnologiche e caratterizzate da materiali innovativi.

    Tuttavia, bisogna ammettere che le nuove dimore non possono riprodurre il fascino di quelle antiche. Questo, potrebbe essere un valido motivo, per decidere di ristrutturare una casa piuttosto che di acquistarne una nuova.

    Chi ama vivere in spazi ampi e confortevoli, verrà accontentato dagli spazi che contraddistinguono le vecchie abitazioni. Stanze e finestre sono decisamente più ampie, i soffitti più alti e sono dotate di spazi aggiuntivi come ingressi, ripostigli e studi.

    Da non dimenticare, infine, che chi decidere di ristrutturare un’antica dimora, potrà godere delle agevolazioni fiscali, che hanno proprio lo scopo di recuperare l’esistente diminuendo il consumo di risorse non rinnovabili come il suolo, l’ambiente e l’energia. Chi ristruttura nel 2017 può scegliere tra bonus ristrutturazioni al 50%, ecobonus al 65%, sismabonus dal 50% al 80%, I.V.A. agevolata, bonus arredi e conto termico 2.0.