Come scegliere un termoarredo, la guida utile

Come scegliere un termoarredo, la guida utile
da in Arredamento, Come arredare, Complementi d'arredo, Termoarredo
Ultimo aggiornamento: Venerdì 02/09/2016 12:08

    Termoarredo, come scegliere

    In crisi perché non sapete come scegliere un termoarredo? Ecco a voi la guida utile per individuare la soluzione ideale. I vecchi radiatori in ghisa sono stati ormai soppiantati dalle versioni in acciaio e alluminio, performanti e soprattutto di design. Sul mercato si possono trovare moltissime tipologie. Termoarredo elettrico, ad acqua, con azionamento misto oppure dal l’estetica minimale, voi quale preferite? Vediamo insieme di capirne di più!

    Termoarredo elettrico

    Questa tipologia viene collegata direttamente al’impianto di energia della casa. In alcuni casi, la sua installazione può destare alcune preoccupazioni. Sono specialmente i consumi del termoarredo elettrico a intimorire. Tuttavia, attraverso l’utilizzo di sistemi che permettono di programmarne accensione e spegnimento, si possono facilmente evitare bollette troppo salate!

    Termoarredo ad acqua calda

    Il termoarredo ad acqua, come definito dal nome, permette di rendere l’ambiente più confortevole, grazie al riscaldamento dell’acqua calda, fatta circolare all’interno della struttura. In alcuni casi, è disponibile anche un funzionamento misto che integra pure l’energia elettrica.

    Termoarredi ad acqua

    Il termoarredo ha il vantaggio di unire la funziona del riscaldamento della casa, con un design di pregio, ideale per rendere elegante l’ambiente domestico. Esistono, però, delle particolari tipologie di termoarredo da bagno. Si tratta di scaldasalviette, generalmente più piccoli, progettati per offrire il massimo del comfort, grazie alla possibilità di poggiare accappatoi e asciugamani per renderli sempre caldi!

    Termoarredo in vetro

    I termoarredo in vetro conferiscono una sensazione di leggerezza e raffinatezza e sono particolarmente indicati per ambienti quali il livng oppure il bagno. Thermoglance di Asola Vetro, ad esempio, è il radiatore orizzontale, a parete, che riscalda attraverso i raggi infrarossi, senza interferire con l’atmosfera.

    Termoarredo a parete

    La vera rivoluzione dei termoarredo sta proprio nell’ampia gamma di versioni, fra le quali, ognuno può scegliere quella che risponde meglio ai propri gusti. Cordivari, ad esempio, propone modelli accattivanti e minimal, come lo scaldasalviette della linea Sfere, composto da elementi circolari con feritoia centrale per accogliere l’asciugamano.

    Radiatore in alluminio

    Il vantaggio dei termoarredo in alluminio consiste nel fatto che questo materiale, consente un veloce riscaldamento, maggiore anche dell’acciaio. Ridea, ad esempio, propone modelli a parete dagli angoli arrotondati che diventano dei veri oggetti di design, perfetti per arredare un bagno in stile moderno!

    Termoarredi in acciaio

    Il massimo della funzionalità e un’estetica di grande impatto? La risposta arriva da Antrax che presenta modelli che riscaldano e arredano, attraverso una struttura leggerissima. Parliamo di scaldasalviette rossi dallo sviluppo orizzontale, integrati con maniglione in acciaio per riporre lavette e asciugamani.

    782

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI