Come scegliere le porte: una guida utile

Come scegliere le porte: una guida utile

Una guida utilie per scegliere le porte, prodotti che ormai sono diventati dei veri e proprio complementi d'arredo

da in Come arredare, Interior Design, Porte
Ultimo aggiornamento:

    Ecco una guida utile su come scegliere le porte, una parte importante dell’arredamento d’interni. L’acquisto deve essere fatto con un certo criterio, considerando una serie di fattori, in primis lo spazio che si ha a disposizione per distinguere la tipologia. Una porta può essere di due tipi: a battente o scorrevole o anche mista, come i modelli a libro. In ambienti di piccola metratura, per esempio, non si può montare una porta a battente perché non ci sarebbe lo spazio necessario per aprirla, stesso discorso per un modello scorrevole. Anche lo stile e l’estetica è molto importante.

    Per un appartamento in stile classico sono più indicate le porte a battente in legno, mentre in una casa contemporanea si può optare anche i modelli di design, quelli in vetro anche scorrevoli, resi ancora più belli da decorazioni e colori. È fondamentale che chi compra veda le porte dal vivo, non è mai consigliato acquistare i prodotti sfogliando un catalogo o un sito internet. C’è una normativa, inoltre, che prevede che le aziende dichiarino come è fatto un modello. Ogni porta deve essere accompagnata da una scheda che riporta informazioni su materiali, istruzioni per la manutenzione e montaggio.

    Ma veniamo ai sistemi di apertura. Il modello a battente ruota aprendosi in dentro o in fuori, può avere un telaio o meno, nel caso non ce l’abbia viene chiamata a filo muro e diventa un tutt’uno con la parete.

    Le dimensioni standard di quelle in legno variano dai 60 agli 80 cm per la larghezza ai 210 per l’altezza. La porta scorrevole, invece, può essere interna, quando viene ospitata totalmente all’interno della parete, o esterno muro correndo su un binario. Ci sono anche altri sistemi come quelli a soffietto o quelli con aperture particolari, richiudibili permettendo un minor ingombro, ma certamente più costose dei modelli sopracitati.

    Spesso si cambia una porta perché si vuole cambiare aspetto ad un ambiente e per sperimentare nuove proposte. In genere, le case cittadine sono molto più piccole rispetto a quelle di un tempo, per cui le porte sono diventate un elemento d’arredo di grande impatto estetico. Sono tante le aziende specializzate nella vendita di porte per interni di design in legno, alluminio o laccato. La Astor è una di queste. La sua nuova collezione, la serie Luxury, offre prodotti mirati a soddisfare aspettative ambiziose utilizzando materiali esclusivi e ricercati. Tra i più belli, i modelli Chic con telaio perimetrale rivestito in tessuto, disponibile nelle versioni damascato a sfondo nero o bianco.

    Nella galleria fotografica allegata al post tanti modelli di porte per cambiare aspetto ad una stanza della casa.

    467

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Come arredareInterior DesignPorte

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI