Come scegliere il caminetto, le idee per arredare con stile

Come scegliere il caminetto, le idee per arredare con stile
da in Arredamento, Arredamento soggiorno, Camini, Come arredare, Complementi d'arredo, Interior Design
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/12/2015 11:58

    Come scegliere il caminetto

    Lo desiderano in tanti ma solo pochi sanno come scegliere il caminetto. Attualmente si assiste ad una vera e propria rinascita di questo elemento d’arredo. La messa a punto di tecnologie innovative e l’utilizzo di tecniche di combustione più avanzate, ne consente una diffusione sempre più ampia. A ciò si aggiunge il fatto che il camino nell’arredamento si inserisce molto bene, grazie all’opportunità di interpretarlo secondo diversi stili, appagando, in questo modo, anche le esigenze di estetica personali. Vediamo dunque quale camino scegliere.

    Dimensioni del caminetto

    La prima caratteristica da rilevare è la dimensione del caminetto, la quale necessita del parere di un tecnico perché deve essere commisurata all’ambiente in cui viene collocato. Il suo funzionamento, infatti, porta ad eliminare molta aria che deve essere costantemente reintegrata. C’è un altro aspetto importante da appurare in fase di progettazione: il camino che non fa fumo è una condizione imprescindibile per la salubrità della casa.

    Tipologie di caminetto

    La valutazione delle diverse tipologie di caminetto è lo step successivo. Il caminetto a pellet è una versione alimentata con un particolare combustibile ecologico a base legnosa, il quale emette una quantità di anidride carbonica pari a quella di una pianta. Il caminetto elettrico si contraddistingue per un effetto fiamma piuttosto realistico ma non c’è legna da bruciare nè canna fumaria. Addio anche alla fuliggine! Infine, il caminetto a bioetanolo si installa facilmente, riscalda con presto ma ha un combustibile dal prezzo più elevato.

    Caminetto ad angolo

    A questo punto, potete passare alla progettazione del design. Il caminetto ad angolo è l’ideale per chi vuole crearsi una zona relax in un ambiente non troppo ampio. L’impatto è scenografico e non risulta per niente penalizzato dalla scarsa metratura della stanza.

    Caminetto a parete

    Il caminetto a parete è una delle versioni più gettonate. Può essere scelto con tranquillità sia da chi preferisce lo stile moderno sia per chi adora quello classico, perché si adatta perfettamente con tutti e due. Il must, è organizzare il salotto disponendo il camino centralmente e una coppia di divani da entrambi i lati.

    Caminetto sospeso

    Il caminetto sospeso è una delle evoluzioni più moderne di questo arredo tradizionale. Rappresenta la soluzione perfetta per chi ama l’atmosfera intima e romantica ma preferisce installare una tipologia innovativa. Il camino freestanding, elegante e di design, non poggia direttamente sul pavimento ma è ancorato al soffitto, restando sospeso da terra. Lo si può collocare a centro stanza oppure a ridosso di una parete.

    Caminetto girevole

    Il caminetto girevole o rotante è una tipologia moderna progettata appositamente per un posizionamento a centro stanza. La visione della fiamma è possibile a 360° rendendo molto libera la disposizione degli altri arredi. Noi vi suggeriamo il modello Ellipse Ceiling by Decoflame, a bioetanolo.

    Caminetto moderno

    Lo stile è una caratteristica altrettanto importante. Il caminetto moderno si distingue per la prevalenza delle linee pure ed essenziali. Le forme sono perfettamente squadrate oppure più sinuose, secondo un’ottica minimalista. I caminetti moderni e di design riescono a coniugare il calore della fiamma con l’estetica elegante.

    Camino classico

    Nel caminetto classico, l’installazione è spesso ad incasso e la cornice è arricchita con decori tradizionali oppure altri disegni. Si adatta molto bene agli ambienti arredati con lo stesso mood ma in questo caso non può assolutamente mancare la poltrona d’arredo da posizionare di fronte al camino!

    Caminetto in stile contemporaneo

    Il marmo bianco di carrara è uno dei materiali più usati per le cornici in stile impero del caminetto contemporaneo. Il design strizza l’occhio a quello più tradizionale ma è reinterpretato in funzione di un’estetica minimalista. Per quanto riguarda la forma, è prevalente quella rettangolare.

    Quanto costa un caminetto

    Affrontiamo adesso un altro aspetto basilare della scelta ossia quanto costa un caminetto. Dimensioni, materiali, cornici e tipologia di funzionamento, producono un’oscillazione nel prezzo piuttosto consistente. A titolo l’esempio, si consideri che il prezzo del caminetto può variare da 1.000 euro a circa 6.000 euro.

    1132

    ARTICOLI CORRELATI