Come scegliere i pensili della cucina: i dettagli da sapere

Come scegliere i pensili della cucina: i dettagli da sapere

La scelta dei pensili della cucina non deve essere sottovalutata: saranno proprio questi element a determinare il carattere dell'intera stanza.

    Come scegliere i pensili della cucina: i dettagli da sapere

    Ecco tutti i dettagli da sapere su come scegliere i pensili della cucina. Quando dobbiamo acquistare una nuova cucina o rinnovare quella già presente in casa riponiamo la nostra attenzione esclusivamente sull’aspetto estetico e puramente funzionale. Ma anche la scelta dei pensili, spesso improvvisata, determinerà lo stile della cucina e la sua praticità. Ecco allora qualche consiglio su come sceglierli secondo le proprie esigenze.

    moduli

    I moduli per la cucina sono disponibili sia sviluppati in verticale che in orizzontale. Nelle cucine moderne vengono prediletti quelli orizzontali, che creano un senso di unione fra cucina e zona living. I moduli possono essere chiusi o a giorno. Eventualmente si può optare per un’alternanza fra pieni vuoti, che conferirà carattere alla cucina e si rivelerà anche estremamente pratica. I moduli verticali sono da prediligere in quegli ambienti dove lo spazio è minimo ed è necessario quindi sfruttare al meglio ogni centimetro della stanza. Anche in questo caso l’alternanza fra pieni vuoti giocherà un ruolo fondamentale per non far apparire la cucina troppo opprimente.

    dimensioni

    Un altro dettaglio da non trascurare per scegliere i pensili sono le dimensioni. La profondità media si aggira intorno ai 35 cm; l’importante è che non superi quella del piano lavoro della cucina per permettervi di lavorare in totale libertà. La larghezza viene scelta solitamente in sintonia con i mobili base della cucina. Ma per chi volesse creare un ambiente più dinamico e moderno si potrà optare anche per pensili di diversa larghezza.

    spazio

    Altro fattore da non trascurare quando si procede con il montaggio della cucina, lo spazio da lasciare tra basi e pensili. La misura standard è di 60 cm ma si può decidere anche una misura personalizzata in base alla statura di chi utilizza la cucina.

    aperutra

    In commercio esistono diverse alternative di apertura dei pensili. La classica anta a battente è economica, pratica e funzionale. L’unico difetto è che quando è aperta può creare intralcio ma si può ovviare a questo inconveniente optando per cerniere con apertura totale a 90° o a 180°. L’anta scorrevole non crea ingombro ed è molto funzionale oltre che bella da vedere sopratutto nei contesti più moderni. L’anta basculante permette l’apertura del pensile dal basso verso l’alto; è consigliato impiegare questo tipo di apertura solo per alcuni moduli per non creare un effetto visivo troppo disordinato. Una delle soluzioni più semplici e più innovative è il rullo avvolgibile che in fase di apertura si arrotola su un rullo lasciando completamente libero lo spazio di utilizzo.

    mensole

    Una delle ultime tendenze cucina è l’utilizzo delle mensole al posto dei pensili. Questa soluzione ha un forte impatto visivo ed è anche pratica e funzionale. L’importante è tenere sempre tutto in ordine e in modo ben organizzato.

    706

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArredamentoArredamento CucinaCome arredare

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI