Come ristrutturare una vecchia cascina e darle nuova vita

Una serie di indicazioni su come ristrutturare una vecchia cascina e darle nuova vita

da , il

    Ecco una serie di indicazioni su come ristrutturare una vecchia cascina e darle nuova vita. Chi ha la fortuna di possedere una casa di campagna non può lasciarsi sfuggire l’occasione di creare un piccolo angolo di paradiso, immerso nella natura ma soprattutto lontano dallo smog e dai rumori della città, un posto nel quale rilassarsi e godere di pace e tranquillità. Solitamente una cascina è caratterizzata da spazi molto ampi che consentono una maggiore libertà nella ristrutturazione. Tuttavia ci sono una serie di fattori da tenere in considerazione. La prima cosa da fare è valutare bene la situazione di partenza, ovvero gli interventi da fare sulla struttura dell’edificio.

    La maggior parte delle vecchie cascine hanno uno scheletro che poco si addice alle necessità dell’abitare moderno. Gli ambienti, per esempio, sono caratterizzati da soffitti troppo alti, che necessitano di impianti piuttosto esosi per il riscaldamento di tutti gli spazi. Meglio quindi abbassarli con dei soppalchi o comunque ricavando due o più ambienti. Rigore, equilibrio, cura dei dettagli, queste le parole chiave, evitando però di stravolgere troppo lo stile della cascina.

    Un arredamento in stile troppo moderno potrebbe cozzare con quella che è la sobrietà di una realtà di campagna, ma ovviamente dipende da gusti. C’è anche chi ha ristrutturato un’abitazione di questo tipo in stile scandinavo optando per arredi e complementi total white, molto distanti dai colori pastello delle realtà country.

    Sì invece ad elementi in ferro battuto e vetro opaco, una scala di design per interni, anche a chiocciola per collegare il piano inferiore a quello superiore, un camino in pietra per creare la giusta atmosfera nella zona living, anche un forno a legna se c’è spazio da sfruttare. E poi è sempre una scelta vincente lasciare le pareti in pietra e le travi a vista originali, magari rinnovate solo con un tocco di vernice lucida.

    In ultimo, un capitolo a parte, ma non per questo meno importante, merita la ristrutturazione dello spazio esterno di una cascina, un posto nel quale si può ricavare una piscina o una zona solarium da sfruttare durante i mesi più caldi dell’anno, un luogo nel quale allestire un giardino fiorito di alberi e piante. Si potrebbe pensare ad un grande prato, nel quale tracciare un vialetto di ciottoli e pietre e ad una serie di aiuole zeppe di erbette aromatiche, da avere a portata di mano durante la preparazione di piatti e pietanze.