Come dipingere casa all’esterno: i consigli indispensabili per un ottimo lavoro

Come dipingere casa all’esterno: i consigli indispensabili per un ottimo lavoro

Sapete già quale colore scegliere per dipingere le pareti esterne della vostra casa? Seguite i nostri consigli e certamente realizzerete un ottimo lavoro

da in Come arredare
Ultimo aggiornamento:

    Come dipingere casa all’esterno? Quando ci si pone dinanzi a una ristrutturazione o una nuova struttura da iniziare da zero è questa una delle domande che non trova facilmente risposta. Siete in cerca di consigli per realizzare un ottimo lavoro? Allora siete nel posto giusto per Design Mag darà finalmente delle risposte al vostro quesito.

    Se la scelta del colore delle pareti interne di casa spesso fa passare notti insonni, la situazione non migliora quando si pensa all’esterno. Il principale problema riguarda la prima impressione. Lo sanno tutti che è importantissimo avere un ‘bel vestito’ per apparire sempre al top e lo stesso concetto vale anche per la propria dimora. Se non avete particolari richieste sappiate che con i colori neutri non potrete sbagliare mai. Da sempre il beige è la cromia più amata per le case di città, di campagna, del centro e di periferia. Un’altra tinta elegantissima e molto sofisticata, soprattutto se abbinata a finestre di colore bianco, è il tortora, e allo stesso modo anche il grigio. Queste tre cromie sono assolutamente sempre da preferire. Tuttavia sono in tanti che vogliono dare un tocco originale e personale alle pareti esterne della propria casa.

    Avete mai pensato di dipingere le pareti esterne di verde smeraldo o di rosa baby? Sono colori anti-convenzionali, è vero, eppure tra le case di campagna spopolano. I possessori di cottage adorano le tinte brillanti ma anche le cromie pastello, come l’acquamarina, il verde chiarissimo e il giallo leggerissimo. Il rosso è adoratissimo da chi ha case rustiche, così come l’arancione, uno dei colori più utilizzati per le costruzioni italiane.

    Le tonalità scure sono usate pochissimo. Il motivo è presto detto, è una questione di luce. Sebbene capiti di rado, di case tinte di blu notte e nero ce ne sono diverse e appartengono soprattutto ai territori americani. Se vi piacciono queste nuance potete selezionarle se, e solo se, abitate lungo un viale sempreverde e spesso in fiore. In questo modo la vostra dimora sarà meno cupa.

    E il bianco? Certamente rappresenta una buona soluzione sebbene la casa apparirà piuttosto semplice. Design Mag lo consiglia solo se gli altri elementi, dunque porte e finestre, e magari porticato, siano caratterizzati da cromie a contrasto, da piante e arredi esterni in legno. In questo modo esalterete ottimamente la natura circostante.

    429

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Come arredare

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI