Come detossinare la camera da letto: istruzioni per l’uso

Come detossinare la camera da letto? Ecco alcuni consigli utili per capire come rendere salubre questo ambiente della casa: dalla pulizia dei tessuti d'arredo alle piante ideali per la camera da letto, ecco tutto quello che c'è da sapere.

da , il

    Come detossinare la camera da letto: istruzioni per l’uso

    Come detossinare la camera da letto? Assicurarsi un buon riposo è fondamentale per mantenersi in buona salute e pieni di energia. Ecco perchè, almeno una volta l’anno, è importante acquisire la buona abitudine di detossinare la camera da letto. Ma come farlo? Ecco le istruzioni per l’uso, che vi aiuteranno in questa impresa.

    Ecco alcuni consigli per capire come detossinare la camera da letto. Una gran parte della nostra vita, la trascorriamo dormendo. Ecco perchè è molto importante che il luogo adibito al riposo sia costantemente pulito e igienizzato. Una buona regola da adottare, per mantenere la camera da letto in perfetto stato di salute dopo la nottata, è lasciare il letto sfatto, per permettere a lenzuola e materasso di prendere un pò d’aria, riassorbendo l’umidità creatasi durante il sonno. Se il tempo ve lo consente, sarebbe ancor meglio portare lenzuola, coperte e cuscini all’aria aperta per un pò.

    Un’altra buona regola per detossinare la camera da letto, è lavare periodicamente lenzuola, coperte, piumini e cuscini. In particolare, le lenzuola vanno lavate ogni settimana; coperte e piumini invece, almeno una volta al mese. Il tutto con lavaggi ad alte temperature, dai 60° ai 90° gradi, per assicurarsi di uccidere eventuali batteri e acari.

    Quando dovete acquistare i tessuti per la camera da letto, come la biancheria o le coperte, assicuratevi che si tratti di fibre naturali provenienti da colture organiche. Nelle coltivazioni di cotone “normali” viene infatti impiegato un alto quantitativo di pesticidi ma anche della formaldeide, una sostanza cancerogena, che può anche creare allergie e problemi di tipo respiratorio.

    Anche i modelli di materassi disponibili in commercio vantano diversi pro e contro, a seconda del materiale con cui vengono realizzati. In ogni caso, qualsiasi sia il tipo di materasso, esso va pulito e igienizzato costantemente, perchè qui, gli acari, oltre a nutrirsi delle cellule morte della nostra pelle, lasciano anche i loro escrementi. Procedete quindi con una soluzione di borotalco, bicarbonato di sodio e qualche goccia di olio essenziale. Lasciate riposare sul materasso per almeno un’ora e procedete aspirando il tutto con l’aspirapolvere.

    Oltre ai tessuti, è importante anche detossinare la camera da letto, cambiando spesso l’aria. Aprite le finestre il più possibile soprattutto la mattina presto. Pulite periodicamente i termosifoni e cambiate i filtri dell’condizionatore, se presente.

    Anche arredare con le piante da interno, è un ottimo modo per garantire un ambiente salubre nella camera da letto. Le migliori per purificare l’aria sono l’Aloe Vera, l’edera, l’orchidea falena e lo spatifillo.