Come arredare una cucina con soggiorno

Come arredare una cucina con soggiorno, piccolo o ampio che sia, è facile seguendo alcuni pratici consigli

da , il

    La cucina comprensiva del soggiorno è senz’altro il sogno di molti. Perché permette una diretta interazione tra l’ambiente adibito alla preparazione dei pasti e quello dedicato all’accoglienza degli amici, al ricevimento degli ospiti o anche soltanto al calore dei propri familiari. Per questo è fondamentale saperla arredare nel modo giusto. Far sì che la sua multifunzionalità si sposi alla necessità di un ambiente confortevole, dove affrontare il primo mattino e rilassarsi a fine giornata, dove muoversi agevolmente e condividere il tempo con la propria famiglia. Ecco allora alcuni preziosi consigli su come arredare una cucina con soggiorno annesso.

    Molte sono le opzioni di arredo, dalle più moderne e sofisticate alle più rustiche e artigianali, l’importante è che rispecchino tutte le nostre esigenze di comfort e personalità. Non si tratta soltanto di scegliere il mobilio ma di creare uno spazio che ci rispecchi e in cui sentirsi a proprio agio. Decisiva, in questo senso, è la scelta dei dettagli, con cui potremo disseminare le tracce del nostro carattere instaurando opportuni richiami tra il soggiorno e la cucina. Le possibilità sono infinite: fruttiere laccate, bottiglie in vetro colorato, magari di diverse dimensioni e riempite con qualche fiore a stelo lungo (non necessariamente vero!), soprammobili in vetro o in cristallo e lampade particolari. Persino i piatti e le batterie di pentole possono fungere da complementi di arredo, purché scelti e disposti con gusto. Non è necessario spendere cifre inarrivabili: si può creare un’ottima cucina con soggiorno anche con una spesa modica e molta fantasia.

    Una regola che è bene non scordare è la coerenza nello stile, che non significa piatta uniformità ma colpo d’occhio per l’insieme. Il particolare stravagante va bene purché sia consapevole e voluto. Non basta un bel mobile per un bel soggiorno, a meno che non sia inserito in un contesto adeguato. Per prima cosa sarà quindi preferibile stabilire delle corrispondenze tra il soggiorno e la cucina: le pareti dovrebbero avere, se non proprio lo stesso colore, perlomeno lo stesso tono, mentre è buona norma coordinare infissi e tende sia per forma che per colore.

    In secondo luogo, attenzione alle dimensioni! Se lo spazio è ridotto sovraccaricarlo può renderlo innanzitutto scomodo e, perdipiù, di cattivo gusto. Meglio puntare su un design più semplice, eliminando il superfluo e concentrandosi sull’essenziale. Una buona soluzione può essere l’adozione di elementi di arredo angolari che sfruttano spazi altrimenti trascurati. Inoltre sarà opportuno ricorrere a elettrodomestici poco ingombranti. Ce ne sono di bellissimi, sia che si voglia restare sul classico, sia che si preferiscano i colori accesi e un design più spiritoso. Volendo lasciare più liberi i piani d’appoggio sarà inoltre possibile ricorrere a mensole o aste in metallo per appendere gli accessori, mentre i mobili dotati di sportelli potrebbero intralciare i movimenti. Stessa logica per l’area soggiorno, per cui le comode librerie composte da moduli aperti e prive di sportello possono risultare una soluzione al tempo stesso elegante ed efficace. Uno stile semplice senza essere spoglio sarà allora la l’obiettivo da perseguire e ancora una volta la scelta dei dettagli farà la differenza.

    Se lo spazio a disposizione è ampio, sarà allora possibile suddividerlo in aree: sfruttando i mobili e il divano si possono individuare zone separate, adibite alle diverse funzioni. Anche l’illuminazione, la scelta delle lampade e la loro ubicazione possono aiutare in questo senso, distinguendo gli spazi attraverso i punti luce. In questo modo si potrà dare spazio alla propria creatività, evitando al tempo stesso la disarmonia di un soggiorno sovraccarico lungo le pareti e vuoto al centro. A maggior ragione la rispondenza dei dettagli tra il soggiorno e la cucina favorirà la creazione di un ambiente armonico e unitario, evitando la dispersione. Dunque attenzione, e buon divertimento!