Come arredare la cucina in stile liberty: le idee più chic

Spunti e suggerimenti su come arredare la cucina in stile liberty

da , il

    Come arredare la cucina in stile liberty? Chiunque voglia saperne di più può leggere questo post nel quale sono racchiusi una serie di consigli e suggerimenti. Il liberty conosciuto anche come Art Nouveau nacque a cavallo fra la fine del diciannovesimo secolo e l’inizio del ventesimo. Precisa attenzione al valore estetico, questa la principale peculiarità della corrente, ispirata a forme antiche e classiche mescolate nello stesso complemento d’arredo. La fioritura, la crescita, i motivi che ricorrono su mobili, poiché il mondo rappresentato non deve mai essere statico. La decorazione, quindi, diventa l’elemento cardine dello stile liberty e il legno, faggio, mogano, ciliegio e acero, il materiale più utilizzato.

    Lo stile liberty nell’arredamento di casa, quindi, deve rispondere a regole ben precise. Le linee devono essere mosse e sinuose e le decorazioni raffinate e precise.

    Eppure oggi gli arredi liberty sono un po’ difficili da trovare, soprattutto perché lo stile d’arredamento moderno ha preso il sopravvento. Oggi c’è la tendenza a prediligere mobili più minimal ed essenziali nell’estetica. Sono poche le aziende che producono collezioni di cucine in stile liberty. Si trova qualcosa nel catalogo di Cadore Arredamenti, la serie Eternity, per esempio, nella quale spicca il modello Marie Claire, una cucina liberty nelle forme, nell’arte e nei particolari. La tendenza trova la sua massima espressione nelle linee fluide, nel colore luminoso e nei decori sinuosi scolpiti a mano. Il tutto per donare atmosfera ed autenticità alla cucina.

    Cadore esibisce interni dove la bellezza convive con le performance tecniche, creando soluzioni ideali per aumentare il valore della cucina. Ogni elemento è concepito per migliorare la qualità della vita di chi interpreta ogni giorno la funzionalità. Anche Lo Cascio Arredamenti ha reinterpretalo lo stile liberty unendo le più evolute tecnologie alle tendenze di un tempo. Il legno, accostato al marmo e a pietre di rara bellezza, fanno delle cucine del brand soluzioni raffinate ed eleganti.

    In una cucina in stile liberty non può mancare una preziosa credenza nella quale esporre porcellane decorate a mano con motivi dorati o floreali. Carta da parati alle pareti, meglio se con fondo beidge o color panna e qualche tappeto scuro sul pavimento, per contrastare la luminosità dei muri. Il tavolo da pranzo ideale sarà di legno non troppo chiaro, come ad esempio quello di quercia, da abbinare a sedie dello stesso materiale dal design semplice ed essenziale.