Case prefabbricate di design: l’architettura green ed ecosostenibile del futuro

Case prefabbricate di design: l’architettura green ed ecosostenibile del futuro

Case prefabbricate ecosostenibili e di design: edifici esteticamente gradevoli e armonici, qualitativamente sicuri e confortevoli

da in Architettura, Focus on Design
Ultimo aggiornamento:

    Quando si pensa ad una casa prefabbricata ci si immagina una casetta in legno, un bungalow o un box, e in generale una casa di qualità inferiore prodotta esteticamente con lo stampino. In realtà oggi si realizzano case prefabbricate qualitativamente superiori, che durano nel tempo, belle, sane da vivere, economiche da gestire, facili da riscaldare o raffreddare, e dal design moderno e altamente personalizzabile.

    Una casa prefabbricata è diversa rispetto ad una classica in muratura, perchè tutte le componenti della struttura vengono assemblate in fabbrica, con materiali certificati e in ambiente controllato con una più attenta e professionale cura dei dettagli. I pezzi della casa vengono dunque realizzati in strutture apposite e poi accorpati insieme ad altre strutture in corso d’opera. Inoltre, i tempi di montaggio e di finitura si riducono a poche settimane, e si può disporre di una vasta scelta architettonica per realizzare case completamente personalizzate.
    Esistono diverse tipologie di costruzioni per costruire le case prefabbricate, che variano soprattutto in base al tipo di materiale utilizzato: in cemento, in legno, in alluminio o metallo.
    I prezzi delle case prefabbricate variano in base al tipo di materiali utilizzati, al numero dei piani e delle stanze, alla tipologia abitativa desiderata, al tipo di impianti, all’accessibilità del sito dove andrà costruita, e alle modifiche rispetto al modello standard.

    Negli ultimi tempi poi, stanno acquistando un grande valore le case prefabbricate ecologiche, ossia quelle costruite secondo i canoni della bioedilizia. Le case di questo tipo sfruttano il legno come materiale primo, e puntano soprattutto al rispetto della natura ma anche a creare un ambiente confortevole. Il legno infatti, al di là delle sue eccellenti proprietà tecnico-costruttive, del fatto che è un materiale completamente riciclabile, richiede un basso consumo di energia durante la produzione e la posa in opera ed è l’unico materiale che abbassa l’emissione di CO2. Una casa prefabbricata ecosostenibile in legno è dotata delle più raffinate tecnologie impiantistiche per ridurre al minimo i consumi: tecnologia domotica evoluta, energie rinnovabili, e impianti di ultima generazione. A seconda delle scelte costruttive adottate, può essere certificata in classe A+ o essere una casa passiva, ovvero un edificio rispondente allo standard energetico che prevede un fabbisogno energetico annuo per il riscaldamento invernale non superiore ai 15 KWh/m² anno.

    422

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArchitetturaFocus on Design
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI