Case e stili: razionalista da archistar giramondo

Case e stili: razionalista da archistar giramondo

Daniel Libeskind, professione archistar, vincitore del concorso per ricostruzione di Ground Zero, ha da poco fermato il suo tour giramondo e fissato la sua base a Manhattan perchè ama abitare accanto ai suoi grandi progetti

da in Cassina, Divani & Salotti, Focus on Design, Interior Design
Ultimo aggiornamento:

    Per quanto riguarda lo stile della vostra casa, fatevi condigliare da Daniel Libeskind, professione archistar, vincitore del concorso per ricostruzione di Ground Zero, che ha da poco fermato il suo tour giramondo e fissato la sua casa-base a Manhattan perchè ama abitare accanto ai suoi grandi progetti. Cosmopolita per costituzione, quando approda in un posto nuovo dove starà qualche tempo ha bisogno dei suoi riferimenti fissi per riconoscersi a casa, vale a dire del suo arredamento o comunque del suo stile, razionalista per lo più, semplice e ricco dei long seller dei maestri.

    Così, in uno spazio fluido, in cui le funzioni cambiano senza soluzione di continuità, sotto una luce che non lascia scampo, si avvicendano pezzi cult come i divani Lc3 di Le Corbusier per Cassina oppure la chaise longue MR di Mies Van Der Rohe per Knoll International.

    Arredare è semplice, il segreto, spiega lui, è “creare divertendosi, poter andare e venire liberamente e avere un frigorifero apposta per lo champagne”.

    In un interminabile elenco di pezzi d’autore scelti perché si amalgamino tra loro, nelle silhouette e nei colori. Pittura bianca alle pareti e pietra serena, grigio chiaro, ai pavimenti, costituiscono un ambiente neutro con parecchie sedute e tavoli nel soggiorno.

    Unica eccezione, una quinta rosso fuoco nasconde l’impianto antincendio insieme ad apperacchiatura ginnica.

    “Non saprei dire quale città sento più mia: inseguo le mie attività, vivo intorno agli edifici che costruisco” dice dal suo loft di NY, “Oggi sto accanto al vuoto di Ground Zero. Per anni, mentre prendeva forma il Museo Ebraico, ho abitato a Berlino. Prima ancora a Milano, dove sono cresciuti i miei figli, che parlano italiano perfettamente”.

    322

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CassinaDivani & SalottiFocus on DesignInterior Design

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI