Attico, terrazza, bar e suite da Jean Nouvel

L'architetto francese Jean Nouvel è l'autore del progetto della facciata, dell’attico ed del dodicesimo piano, (quello delle 12 suite) del Hotel Porta America, di cui vi parliamo di qualche tempo

da , il

    L’architetto francese Jean Nouvel è l’autore del progetto della facciata, dell’attico ed del dodicesimo piano, (quello delle 12 suite) del Hotel Porta America, di cui vi parliamo di qualche tempo. L’attico presenta come spazi interessanti come una terrazza e un bar, nonché una piccola piscina e una spa: uno spazio ottimo per godersi un drink o rilassarsi dopo una giornata di lavoro o di visite ai musei della capitale spagnola. Poi, il panorama impressionante di Madrid e la sierra fa il resto: si tratta di una delle ragioni per cui vale la pena salire fin lì, uno spettacolo.

    Nouvel ha progettato anche due passerelle in vetro che mettono in comunicazione tra loro i diversi spazi: due semicircoli con pavimento in vetro da cui è visibile tutta la facciata dell’hotel fino a terra e il cliente può osservare le gradazioni di colori delle tende e leggere le parole di una poesia di Eluard, in cui la parola libertà, tradotta in in diverse lingue, occupa la facciata.

    Per l’interior design del dodicesimo livello, l’architetto francese ha deciso di utilizzare le pareti per esporre l’opera dei fotografi Araki e Fleischer che giocano con immagini evocative del corpo umano o della natura.

    Le fotografie di Araki ricoprono con gran forza espressiva le stanze del lato ovest dell’hotel, quelle di Fleischer, completamente astratte, ricoprono quelle del lato est.

    Le suite più grandi dispongono pure di una stanza per gli invitati da cui è possibile ammirare il paesaggio di Madrid, con una grande parete vetrata, dal soffitto al pavimento. Un sistema di pannelli scorrevoli permette di organizzare lo spazio. Così l’ospite stesso diventa architetto riorganizzando lo spazio in base ai suoi gusti.