Artissima 2017: a Torino le novità dell’arte contemporanea

Torna a Torino, Artissima 2017. Le date di questa edizione sono dal 2 al 5 novembre 2017. Quest'anno parteciperanno alla Fiera d'Arte Contemporanea di Torino ben 206 gallerie, provenienti da 32 Paesi differenti. Ecco allora tutte le novità, da non perdere!

da , il

    Torna a Torino Artissima 2017, uno degli eventi di design in Italia imperdibili, nonchè una delle Fiere d’Arte Contemporanea più importanti del panorama internazionale. Giunta alla ventiquattresima edizione, Artissima 2017, che si terrà precisamente all’OVAL di Torino, dal 3 al 5 novembre, presenterà numerose novità, strizzando l’occhio all’universo artistico giovanile. Per l’edizione 2017 di Artissima sono previste 206 gallerie organizzate da 31 paesi differenti, che esporranno le loro opere su una superficie di 20.000 mq. Alla Fiera saranno presenti più di 700 artisti presentati, oltre 2.000 opere in mostra, 46 curatori e direttori di musei nelle giurie e nelle iniziative speciali e oltre 40.000 euro di premi per artisti e gallerie. Scopriamo allora tutte le novità dell’arte contemporanea.

    Artissima 2017 date

    Artissima 2017 si terrà da venerdì 3 novembre a domenica 5, all’interno dell’Oval Lingotto di Torino. Questa fiera si pone al centro del panorama internazionale d’arte contemporanea, come confermato dal grande successo dell’edizione di Artissima 2016. Quest’anno la fiera conterà ben ventiquattro edizioni e duemila opere esposte e quest’anno sarà gestita, per la prima volta, da Ilaria Bonacossa.

    Artissima 2017 come partecipare

    Per sapere come partecipare ad Artissima 2017, basta entrare nel sito di artissima.it, nella sezione “Iscrizioni”, dove sono inserite le domande di partecipazione per Main Section, Dialogue, New Entries, Back to the Future, Art Editions e i Comitati di selezione e curatoriali.

    Artissima 2017 gallerie

    Saranno ben 206 le gallerie presenti ad Artissima 2017, provenienti da 32 Paesi differenti, con il 62 per cento di espositori stranieri e oltre duemila opere di 700 artisti per 20mila metri quadri di esposizione. Una particolare attenzione, viene riservata quest’anno ai giovani ma sotto i riflettori c’è anche il cinquantesimo anniversario dell’Arte Povera.

    Alle gallerie, si aggiungono quest’anno alcune imperdibili novità, come la ricostruzione del glorioso Piper Club, celebre discoteca torinese degli anni ’60, che torna a vivere grazie alle poltrone realizzate da Gurfam e al recupero di alcuni arredi a cura del Centro del Restauro di Venaria Reale.

    Fra gli sponsor di questa edizione di Artissima 2017, ci sarà Gebrüder Thonet Vienna GmbH (“GTV”), storico marchio, scelto dalla Fiera, per arredare la lounge dedicata ai suoi ospiti Vip. Uno spazio dall’allure raffinato che, dalla terrazza dell’Oval si affaccia sulla mostra, il cui concept è ispirato ad un’ideale passeggiata lungo i salotti e i panorami torinesi.

    Thonetiana” è il titolo del progetto che rievoca la raccolta di versi, scritti in onore dei Fratelli Thonet, “gli squisiti e geniali inventori degli artistici mobili in legno curvato”, omaggio della Ditta Ernesto Alloggi di Torino, che nell’Ottocento operava come unico rivenditore del marchio in città.

    Ad accogliere il pubblico nella Vip Lounge alcuni tra i pezzi più iconici della collezione contemporanea Gebrüder Thonet Vienna GmbH, come i divani Promenade di Philippe Nigro e Targa di GamFratesi.

    Arricchiscono lo spazio anche le lounge chair Chignon di LucidiPevere, Hideout di Front e Lehnstuhl di Nigel Coates, nuovi indiscussi classici del catalogo GTV. A raccontare l’anima più profonda del marchio, da sempre specializzato nella produzione di sedie, contribuiscono le eleganti Radetzky di Michele de Lucchi e Postmundus di Martino Gamper che firma anche gli ironici sgabelli Cirque.