Arredare un ingresso in stile classico: tradizione e eleganza per la tua casa

Arredare un ingresso in stile classico: tradizione e eleganza per la tua casa
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Ingresso stile classico

È sempre più difficile imbattersi in un ingresso arredato in stile classico perché sono sempre più le persone che, per diversi motivi, prediligono complementi dal taglio più pulito, sobrio e moderno. Arredamento in legno invecchiato, spesso caratterizzato da dettagli importanti che riproducono ghirigori o magari forme di frutta, appartiene, ormai, a un mondo a parte. Ma se questo è lo stile che vogliamo dare alla propria casa? Come fare, dunque, ad arredare un ingresso con arredo classico? In questo articolo vi sveleremo quali sono i complementi giusti.

  • Fiori, tavolo tondo e consolle
  • Agnese consolle di Faber
  • Archduke specchio di Faber
  • Arredo bianco con consolle in vetro
  • Arredo classico shabby
  • Brigitta consolle di Faber

Nelle case moderne ormai l’ingresso è stato quasi completamente privato del suo ruolo. Se aprite la porta di un appartamento realizzato recentemente, di sicuro in un attimo sarete proiettati direttamente dentro il salotto o persino dentro la cucina, spogliando la casa di quel piccolo disimpegno che serve per accogliere gli ospiti. Manca anche a voi quel vecchio ma caldo ambiente che tutti hanno ritenuto non funzionale ma che, in realtà, rappresentava l’entrata nel cuore della propria casa? Se siete fortunati e la vostra casa dispone di questo spazio vi spieghiamo come arredarlo. Ci sono alcuni complementi che sono stati, da sempre, pensati apposta per l’ingresso. Tra questi c’è l’attaccapanni, perché, si presume, che quando una persona entra in casa, che sia il padrone o un ospite, desidera spogliarsi della giacca. Dove metterla se non su un attaccapanni? I modelli classici sono quelli da terra, spesso lavorati in ferro battuto, preferibilmente scuri o dorati. C’è anche la variante della rastrelliera, ma ci raccomandiamo di scegliere anche questa in ferro anticato, magari decorato da foglie o fiori. Altro elemento fondamentale, per lo stesso motivo precedente, è il portaombrelli, perché non c’è niente di più scomodo di non sapere dove lasciare l’ombrello quando si rientra a casa dopo una giornata di pioggia: non vorrete mica che questo sgoccioli sul vostro prezioso pavimento?

Altro elemento essenziale è rappresentata dalla consolle, un mobile che ha la forma di una scrivania poco profonda, sul quale solitamente è posizionato uno svuotatasche, dove si ripone le chiavi e altri oggetti, come il cellulare. Ovviamente, quando vi accingete nella scelta della consolle, lasciate perdere tutti quei modelli dallo stile contemporaneo, spesso in materiale lucido e colorato, e preferite una consolle in legno, magari in arte povera, o comunque impreziosito da decori e intarsi. Spesso con la consolle è venduto, o compreso, anche lo specchio, altro elemento indispensabile per l’ingresso, per darsi un ultimo sguardo prima di uscire per andare a lavoro o ad un appuntamento.

451

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 09/04/2013 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici