Andrea Branzi in mostra a Parigi

La galleria Galleria Azzedine Alaïa di Parigi inaugurerà il mese prossimo la mostra Grandi Legni di Andrea Branzi

da , il

    La Galleria Azzedine Alaïa di Parigi inaugurerà il mese prossimo la mostra Grandi Legni di Andrea Branzi. Si tratta di una collezione unica di pezzi del grande artista italiano provenienti dalle gallerie milanesi Design Gallery Milano e Galleria Nilufar.

    Andrea Branzi, architetto e designer, nato a Firenze nel 1938, dove si è laureato nel 1966, vive e lavora a Milano dal 1973. La galleria parigina Galleria Azzedine Alaïa gli dedica una mostra personale che sarà aperta al pubblico dal 10 dicembre fino al 17 gennaio 2010.

    La mostra, intitolata Grandi Legni, espone opere che appartengono alla fase recente del lavoro di sperimentazione di Andrea Branzi rivolta alla ricerca degli archetipi ambientali.

    Si tratta di oggetti che si trovano a metà strada fra l’istallazione artistica e architettonica e il prodotto di design d’uso comune.

    Per Andrea Branzi i Grandi Legni sono una sorta di rifiuto del design contemporaneo imprigionato nella propria perfezione formale e una via di fuga verso i territori nuovi della magia e del mito.

    Sono oggetti-strutture che appartengono al mondo delle origini in cui i manufatti dell’uomo conversano con un linguaggio primordiale e del tutto originale con gli ambiti della religione, della natura e della storia.

    I Legni sono definiti da Branzi come le fondamenta dell’Europa, la base su cui si è edificato il paesaggio umano nel suo svolgimento storico.

    La produzione dei Grandi Legni è il risultato di un percorso di sperimentazione e progettazione lungo e intenso caratterizzato dalla ricerca di travi antiche nella Alta Val Badia, dall’uso di una nuova tecnologia di stampa 3M, dalla realizzazione di intarsi in pietre dure fiorentine e di micromosaici della Scuola di Spilimbergo ma anche dall’utilizzo di materiali poveri come la rete per i pollai.