Al Maxxi una mostra sul tema del riciclo in architettura

Qualche giorno fa, in occasione dell’evento MAXXINWEB, cui abbiamo partecipato per il liveblogging del fratelli Campana, abbiamo visitato tutto il Maxxi e ora vi raccontiamo della mostra dedicata al tema del riciclo nel campo dell’architettura

da , il

    Qualche giorno fa, in occasione dell’evento MAXXINWEB, cui abbiamo partecipato per il liveblogging del fratelli Campana, abbiamo visitato tutto il Maxxi e ora vi raccontiamo della mostra dedicata al tema del riciclo nel campo dell’architettura. Ha appena aperto i battenti e chiude il 29 aprile 2012 la mostra intitolata Re-cicle, strategie per l’architettura, la città e il pianeta alle gallerie 1, 2 e Sala Carlo Scarpa a cura di Pippo Corra, che introduce i temi per mezzo di un filmato in cui spiega cosa si intenda per riciclo dell’architettura. La pratica del riciclo come “uno dei massimi generatori di innovazione creativa”. È RE-CYCLE. Strategie per l’architettura, la città e il pianeta, la grande mostra che il MAXXI Architettura dedica a uno dei temi principali del terzo millennio, quello del riciclo dei materiali di scarto.

    In mostra oltre 80 opere tra disegni, modelli, progetti di architettura, urbanistica e paesaggio, in dialogo continuo con opere di artisti, designer, video maker, con ampi sconfinamenti verso produzioni musicali e televisive.

    Il risultato è un viaggio interdisciplinare attraverso opere di natura e provenienza diverse, tutte però accomunate dal riuso creativo dello scarto.

    I progetti più interessanti della mostra sono quelli che vengono dall’Olanda, con il riciclo di archittetture portuali, dalla Spagna col recupero di una vecchia discarica e dallo studio Terragni con un progetto di riqualificazione viaria. La mostra si espande all’esterno del museo con due installazioni site specific: il progetto Maloca dei designer brasiliani Fernando e Humberto Campana e il padiglione officina roma in materiale riciclato del collettivo tedesco.