Acquatics Centre, la piscina per Londra 2012 firmata Zaha Hadid

Acquatics Centre, la piscina per Londra 2012 firmata Zaha Hadid

Acquatics Centre, il centro acquatico progettato da Zaha Hadid in occasione dei Giochi Olimpici di Londra 2012

da in Architettura, Designer, Primo Piano, Zaha Hadid
Ultimo aggiornamento:

    acquatics centre

    Inizia il conto alla rovescia per le prossime Olimpiadi che si svolgeranno nel 2012 a Londra e noi oggi vi vogliamo presentare Aquatic Centre, il nuovo progetto architettonico ideato e realizzato dalla celebre designer di fama mondiale Zaha Hadid. Si tratta di un vero e proprio centro acquatico ideato ad ospitare le diverse piscine che ospiteranno alcune delle gare olimpiche. Il risultato è una struttura ispirata alla geometria fluida dell’acqua in movimento in perfetta sintonia con il paesaggio fluviale del Parco Olimpico.

    Tra i tanti progetti di successo firmati da Zaha Hadid non poteva di certo mancarne uno progettato in occasione dei Giochi Olimpici di Londra 2012, il centro acquatico Aquatic Centre.

    Si tratta di un concetto architettonico che si ispira geometria fluida dell’acqua in movimento e si presenta come una struttura caratterizzata da un tetto ondulato che racchiude le piscine del Centro da quelle per il nuoto a quelle dedicate ai tuffi.

    Proprio il tetto, realizzato attraverso una struttura di archi parabolici, è l’elemento principale intorno al quale ruota il concetto stesso di questa architettura: la sua particolare forma ondulata differenzia una separazione visiva interna della sala tra il volume piscina il volume di piscina per i tuffi.

    Inoltre il progetto del tetto si estende alle aree esterne delle cascate e l’ingresso al ponte.

    La struttura architettonica è stata concepita non solo per le Olimpiadi ma anche in previsione di un suo utilizzo futuro : in occasione dei Giochi saranno predisposti per il centro acquatico posti e calotte provvisorie per poter accogliere 15mila visitatori per le gare di nuoto e 5mila per quelle di tuffi che saranno poi rimossi per lasciare il posto a 2500 posti per le gare londinesi.

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArchitetturaDesignerPrimo PianoZaha Hadid
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI