Abbinare i colori delle pareti ai mobili: la guida di DesignMag

Abbinare i colori delle pareti ai mobili: la guida di DesignMag

Ecco una serie di suggerimenti e consigli su come abbinare il colore delle pareti ai mobili

da in Arredamento camera da letto, Arredamento soggiorno, Come arredare, Interior Design
Ultimo aggiornamento:

    Come si fa ad abbinare i colori delle pareti ai mobili? In realtà non c’è bisogno di essere degli interior designer navigati per creare ambienti raffinati e di gusto, basta solo non esagerare con le tonalità scure e anzi, cercare di alternare ad esse delle nuance più chiare e luminose, capaci di non appesantire troppo la stanza. Se si ha una parete scura, infatti, è consigliato posizionarvi dei complementi d’arredo chiari. Ad un rosso, un bordeaux o anche un nero, sarebbero da preferire mobili bianchi o in legno chiaro, poichè il contrasto che si verrrebbe a creare esalterebbe l’intero ambiente.

    Tuttavia c’è chi ama abbinare le tinte scure anche ai mobili in legno massello o wengè. Stesso discorso per i mobili chiari. Se nel salotto imperano arredi bianchi o laccati, si può osare con i colori, dipingendo una o più pareti con una tonalità forte e brillante, ma anche in questo caso evitando di trasformare l’ambiente in un arcobaleno di colori. Il bianco si sposa bene con la maggior parte dei colori e degli stile, per cui si ha grande libertà di scelta. Io personalmente ad un bianco abbinerei un lilla o un viola su una sola parete, ma anche un blu o un celeste. Negli ultimi anni è di grande tendenza anche l’abbinamento total white, la scelta adatta per dar vita ad una casa in stile minimal.

    Non è sbagliato, inoltre, usare lo stesso colore dei mobili anche sulle pareti. Una zona living con mobili in legno chiaro può essere incorniciata da colori cammello o sabbia. Arredi colorati o dipinti possono riprendere sui muri le stesse tonalità. Spesso le camerette dei bambini sono caratterizzate da arredi variopinti o decorati con toni pastello, il celeste e il rosa prima fra tutti.

    In camera da letto, a prescindere dalle tonalità dei mobili, è sempre consigliato utilizzare tinte capaci di rilassare mente e corpo. Il viola è un ottimo colore per contrastare stress e nervosismi, in più si abbina bene a tutti i tipi di mobili. Chiaramente non tutte le pareti devono essere colorate, è sempre meglio spezzare con un bianco, un panna o un avorio, altrimenti si corre il rischio di soffocare l’ambiente.

    401

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Arredamento camera da lettoArredamento soggiornoCome arredareInterior Design
    PIÙ POPOLARI